Pettole con pasta di pizza

Pettole personalizzate

Pettole personalizzate

Le pettole non sono esattamente come queste che ho appena fatto perchè ricavate con il resto di pasta per fare la pizza ma mi sono piaciute molto. La ricetta è come quella della pizza che ripeto: 1 kg. di farina, 1 cubetto di lievito, si può usare mezzo cubetto ma bisogna impastare la mattina per infornare la sera, 1 bicchiere di latte, 2 bicchieri di acqua, 2 cucchiaini si sale e 2 di zucchero, 2 patate lesse e 3 cucchiaini di olio extravergine di oliva. Il procedimento è semplice , dopo avere lessato le patate e si sono raffreddate sbucciarle e con una forchetta le schiacciamo in un contenitore, ci
aggiungiamo la farina, olio, sale, zucchero, poi riscaldiamo il latte (tiepido) e ci mettiamo dentro il lievito da sciogliere poi lo inseriamo nel contenitore e iniziamo con le mani a lavorare il tutto, aggiungiamo piano piano i due bicchieri di acqua tiepida, e lavoriamo energicamente per circa 20 minuti fino a quando otteniamo una pasta bella liscia e morbida, dividiamo in due palline, una piccola per le pettole e l’altra piu grande per la pizza, facciamo una croce sopra le palline e le mettiamo a riposare in una bacinella coperte con un panno di stoffa e sopra una coperta. Non aprire assolutamente per vedere altrimenti la lievitazione si ferma, arriva il momento magico e apriamo prima quella delle pettole e con olio di girasole abbondante le friggiamo a pezzettini allungati, o con la forma che vogliamo ma devono avere uno spessore di 0,6 cm. circa, quando sono dorate le togliamo e le adagiamo sul un piatto coperto con carta da cucina che assorbe l’olio. Pronte da gustare. Con l’altra pallina ci facciamo due belle pizze. 

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi